2014 ad oggi

N

el 2014 Anffas Schio ha festeggiato i 40 anni della sua fondazione e di ininterrotta attività. Inoltre i tre Centri Diurni hanno superato l’Accreditamento Regionale L.R.22/2002 con il massimo punteggio. Nel complesso percorso intrapreso di personalizzazione dei Servizi, ANFFAS di Schio, attraverso i suoi percorsi innovativi e in costante raccordo con gli altri Servizi del Territorio, continua a contribuire a migliorare la qualità di vita di molte persone con disabilità e delle loro famiglie.

GUARDA IL VIDEO

Compila i dati, riceverai un link via mail
per vedere il video del 40° anniversario.





Inviando questo messaggio, dichiari di accettare le nostre condizioni sulla privacy

* Campo obbligatorio

2010

S

ono attivi tre Centri Diurni che accolgono complessivamente 70 persone con disabilità. Sono state riviste le modalità operative generali ed il ruolo del soggetto con disabilità all’interno dei Centri. L’introduzione del Progetto Individuale assieme ad un importante ed articolato percorso formativo del personale, ha messo le basi per rispondere in maniera sempre più specifica e individualizzata alle complesse necessità delle persone accolte.

2009

L

‘Associazione Anffas Onlus di Schio costituisce la “Fondazione Anffas Onlus di Schio” alla quale nel 2010, come richiesto dalle vigenti normative, passa la gestione diretta dei tre Centri Diurni. L’Associazione attraverso i suoi organi direttivi controlla e sostiene il lavoro di gestione svolto dalla Fondazione.  Nei Centri Diurni si sperimentano nuove attività, nuovi percorsi, nuovi approcci al soggetto con disabilità.

2008

I

n questo anno si rafforza la presenza del Volontariato attivo all’interno di Anffas. Si consolida il Volontariato a sostegno delle attività esterne e nasce “le Mani di una Mamma”, un gruppo di sostegno economico di mamme e volontarie che si occupano del confezionamento di oggetti i cui proventi sono destinati al sostegno delle attività dei Centri Diurni.

2005

L

e mutate necessità delle persone accolte rendono necessario l’adeguamento e l’ampliamento del Centro Diurno di Schio. In questo anno il Comune di Schio, proprietario dello stabile, completa l’ampliamento della sede principale adeguandola anche alle normative richieste.

2004

V

iene chiuso il Centro Diurno di Santorso, ancora ospitato a Villa Rossi e contemporaneamente aperto il nuovo Centro Diurno a Torrebelvicino, l’attuale Ceod 2.

2003

A

nffas Schio acquisisce autonomia giuridica e patrimoniale da ANFFAS Nazionale. Nei tre Centri Diurni si rafforza la presa in carico individuale e si sperimentano nuove e più adeguate proposte di attività.

1999

I

nizia a Velo d’Astico la gestione di un nuovo Centro Diurno, l’attuale Ceod 3, nato dal trasferimento parziale del Centro Diurno rimasto nella storica sede di Villa Rossi. Con l’apertura del nuovo Centro, Anffas accoglie nelle proprie strutture 70 persone con disabilità.

1996

A

nffas di Schio è molto attenta all’inclusione sociale delle persone con disabilità e la realizza favorendo il confronto sulle tematiche della disabilità e l’apertura dei Centri Diurni verso i contesti sociali esterni. In questo anno a seguito di modificate normative in materia, Anffas passa la gestione dei due corsi di formazione professionale per persone con disabilità al CNOS di Verona.

1995

A

nffas è impegnata, nei suoi Centri Diurni, a diversificare e personalizzare le proposte di attività per rispondere sempre più adeguatamente alle persone accolte e alle specifiche richieste. In questo anno viene costituita la Cooperativa Schio Solidale, nella quale, nel 1998 convergerà il Centro di Lavoro Guidato. La Cooperativa Schio Solidale acquisirà autonomia e si staccherà da Anffas Schio nel 2000.

1991

A

gennaio uno dei due Centri Diurni ospitati a Santorso in Villa Rossi è trasferito a Schio presso l’ex centro meccanografico “Lanerossi”, in via Monte Valbella 2.  Il nuovo stabile accoglie il CEOD 1 e la sede amministrativa di Anffas Schio.

1990

P

er offrire nuove opportunità a giovani persone con disabilità uscite dalla Formazione Professionale, Anffas promuove la nascita del “Centro di Lavoro Guidato”, un laboratorio di tessitura artigianale con telai a mano. La sede iniziale è presso i locali dell’Istituto Salesiano “Don Bosco” di Schio.

1984

I

due Centri Diurni ospitati a Santorso accolgono 60 persone con disabilità alle quali Anffas propone attività riabilitative, educative e occupazionali.  Si intensifica l’attività promozionale e di sensibilizzazione dell’Associazione per far conoscere sul territorio le complesse problematiche della disabilità.  In questo anno si costituisce “Amici Anffas”, un gruppo di sostegno economico che si occupa di confezionamento e oggettistica e i cui proventi sono devoluti ad Anffas.

1980

A

A Santorso, sempre nella sede di “Villa Rossi” si avviano due Centri di “Terapeutica Occupazionale” che dal 1985 cambieranno nome, chiamandosi CEOD (Centri Educativi Occupazionali Diurni). Viene fondata inoltre la Cooperativa Nuovi Orizzonti. La Formazione Professionale, sempre in quest’anno, trasferisce i suoi corsi per persone con disabilità presso l’Istituto Salesiano Don Bosco.

1974

A

nffas Schio nasce il 28 maggio 1974 come sezione di Anffas Nazionale. Lo stesso anno nasce a Santorso, nella storica sede di “Villa Rossi” la “Formazione Professionale” con corsi di “Orticultura e Confezioni” riservati a persone adulte con disabilità.